Tèl. +41 58 465 73 44 | fnoffice@nb.admin.ch

Logo FN

Catalogue

Détail

Une autorisation est nécessaire pour écouter ce document.
Demander une autorisation

Intervista a Violetta Florioli: Lavoro salariato nelle fabbriche Cima Norma e Riecken-Walder; Lavoro a servizio; Attività commerciali in proprio. Esperienze lavorative a confronto (MC47120)

Technique ROSSI, Gabriele
Mode d'enregistrement Mono
Année de production 1990
Genre de production Production propre
Langue de l'enregistrement Patois tessinois
Genre de l'oeuvre Entretien
Localité de l'enregistrement Biasca
Lieu de l'enregistrement CASA FLORIOLI
Date de l'enregistrement 06.08.1990
Conditions de l'enregistrement Sur le vif
 
Plage audio A
Titre de l'enregistrement Intervista a Violetta Florioli: Lavoro salariato nelle fabbriche Cima Norma e Riecken-Walder; Lavoro a servizio; Attività commerciali in proprio. Esperienze lavorative a confronto
Participant ROSSI, Gabriele
Activité Intervieweur
Activité Historien
Participant Allievi Istituto SME Biasca
Activité Intervieweur
Activité Studenti
Participant FLORIOLI, Viola
Activité Interviewé
Activité Ex operaia
Noms cités TATTI, Veronica; PAGANI; WALDER (direttore di fabbrica); BONETTI; PEDRAZZINI, Lia; PDERAZZINI, Dolores; BALESTRA; ROSSI; STROZZI, Veronica (operaia); STROZZI, Livio; CARONI
Dates citées 1908; 1910; 1912; 1922; 1925
Lieux cités Bodio; Dangio; Aquila; Biasca; Osogna; Pollegio; Valle di Blenio; Locarno; Fusio; Cannes; Montecarlo; Brera; Bellinzona; Malvaglia
Thèmes traités Contesto familiare e condizione socio-economica dell'intervistata; Il tasso di scolarizzazione; Il lavoro alla fabbrica di cioccolato Cima Norma di Dangio; Lavoro minorile; Gli orari di lavoro; Le retribuzioni salariali; Il nodo del tessitore e la Coppiatrice; La provenienza delle maestranze Riecken-Walder; I rapporti degli operai con il direttore Walder; Il lavoro a servizio; Signori e subalterni; L'attività commerciale in proprio. Esperienze lavorative a confronto
Résumé Violetta, figlia di un operaio della Gotthardwerke scomparso prematuramente a causa di una polmonite, abbandona la scuola a dodici anni e temporeggia sui documenti per mantenere il lavoro da operaia presso la fabbrica di cioccolato Cima Norma. Scoperta è immediatamente licenziata. Alla Riecken-Walder di Biasca la giovane età non costituisce un problema. Tuttavia, ben presto abbandona la vita da operaia per lavorare a servizio presso una ricca famiglia di Locarno. Divorziata dal marito alcolista, lavora dapprima come garzona in un negozio e decide in seguito di aprire un negozio di scarpe (usate). Le taglienti vicessitudini personali dell'intervistata si saldano al contesto socioeconomico della Biasca degli anni 1920-1950. Prima e dopo il lavoro alla fabbrica di Biasca, la protagonista affronta le poche alternative possibili: l'emigrazione, il lavoro a servizio e infine, tra molte difficoltà, l'attività commerciale. Quest'ultima viene descritta abbastanza esaustivamente, offrendo importanti notizie sul ruolo dei mercati e delle fiere oltre il confine italiano.
Descripteur Dewey Travail
Descripteur Dewey Industrie
 
Fonds/Collection FONDAZIONE PELLEGRINI CANEVASCINI - DIVERSI
Numéro d'archive MC47120
Logo Schweizerische Eidgenossenschaft, 
Conféderation Suisse, Confederazione Svizzera, Confederaziun svizra


Département fédéral de l'intérieur DFI - Bibliothèque nationale suisse BN


© Phonothèque nationale suisse. Tous les droits d'auteur de cette publication électronique sont réservés à la Phonothèque nationale suisse, Lugano. L'usage commercial est interdit.
Les contenus publiés sur support électronique sont soumis aux mêmes règles que les textes imprimés (LDA). Pour informations sur le copyright et les normes de citation: www.fonoteca.ch/copyright_fr.htm

URL: