Tel. +41 58 465 73 44 | fnoffice@nb.admin.ch

Logo FN

Fondi e collezioni

Dettaglio

LEYDI, Roberto

Cronologia
1945-2001

LEYDI, Roberto

Quantità, volume o dimensione
1416 nastri magnetici, 155 musicassette

Soggetto produttore
LEYDI, Roberto

Nota biografica
Roberto Leydi (Ivrea 1928 - Milano 2003) comincia a interessarsi alla musica tradizionale negli anni Cinquanta del Novecento, contribuendo in maniera decisiva allo sviluppo dell'etnomusicologia italiana. Ha svolto ricerche sull'intero territorio italiano, in Grecia, Francia, Spagna, Scozia e Nord Africa. Il Fondo è il risultato delle numerose esperienze di ricerca sul campo, di incontri con suonatori, costruttori, informatori, nonché della sua lunga e preziosa esperienza di docente. Per una biografia di Leydi vedi anche https://www4.ti.ch/fileadmin/DECS/DCSU/AC/CDE/pdf/collezioni/leydi/Leydi_scheda_biografica.pdf e http://www.treccani.it/enciclopedia/roberto-leydi_%28Enciclopedia-Italiana%29/

Storia archivistica
Il Fondo è stato donato nel 2002 al Cantone Ticino e per esso al Centro di dialettologia e di etnografia. Gli originali dei nastri magnetici sono stati depositati alla Fonoteca Nazionale Svizzera. Nell'ambito del progetto "Fondo Leydi - documenti sonori" (2003-2009; responsabili Franco Lurà (CDE) e Pio Pellizzari (Fonoteca); collaboratori Stefano Cavaglieri, Rossano Zanga, Silvia Delorenzi, Emiliano Migliorini, Paolo Vinati, Cristina Ghirardini), sostenuto da Memoriav e Cantone Ticino, tutte le registrazioni sono state copiate nell'archivio digitale della Fonoteca Nazionale Svizzera; il CDE conserva copie per la consultazione; i materiali sono stati catalogati definitivamente (sulla base di una preesistente catalogazione dello stesso Leydi) e messi a disposizione del pubblico.

Modalità di acquisizione
Il Fondo è stato acquisito dal Cantone Ticino con la Convenzione del 12.7.2002; per la salvaguardia degli originali e la copiatura delle registrazioni nei mesi di novembre-dicembre 2005 è stata sottoscritta una convenzione tra Memoriav, Fonoteca Nazionale Svizzera e Cantone Ticino.

Ambiti e contenuto
Il Fondo comprende una ricca e articolata collezione di materiali sulla musica e la cultura popolare, che rispecchia i numerosi studi sul canto sociale, la musica liturgica tradizionale, la ballata, gli strumenti musicali e su altri temi ancora, effettuati da Leydi e da altri ricercatori con cui era in contatto. I nastri sono suddivisi principalmente per regione geografica (regioni italiane, stati europei e extraeuropei), per eventi (festival, concerti, spettacoli, convegni) e in minor misura per temi (ballata, cantastorie, circo, zingari, artigiani).

Selezione e scarti
Dopo il riavvolgimento dei nastri su supporti nuovi e l'inserimento nella banca dati delle informazioni presenti sulle custodie, una scelta rappresentativa delle custodie e dei supporti originali è stata conservata dal CDE, la parte restante è stata eliminata di comune accordo tra Fonoteca e CDE.

Criteri di ordinamento
La suddivisione geografica e tematica, riscontrabile nei titoli dei nastri originali, è da attribuire a Leydi. In fase di successiva catalogazione definitiva non è stato adottato alcun altro criterio.

Condizioni di accesso
L'ascolto delle registrazioni è libero presso il CDE e tramite le postazioni della Fonoteca Nazionale Svizzera. I dati della catalogazione sono liberamente fruibili tramite la banca dati online della Fonoteca Nazionale Svizzera.

Condizioni di riproduzione
La riproduzione delle registrazioni è di competenza del Centro di dialettologia e di etnografia, al quale Roberto Leydi ha ceduto tutti i diritti su questi materiali (Convenzione del 12.7.2002); restano riservati eventuali diritti d'autore di altre persone coinvolte nelle registrazioni.

Lingua della registrazione
Spagnolo; Inglese; Greco; Albanese; Ebraico; Italiano

Esistenza e localizzazione di copie
Centro di dialettologia e di etnografia, Bellinzona, segnatura BEL-2004.4.1 - BEL-2004.4.1765.

Unità di descrizione collegate
Fondo Roberto Leydi presso il Centro di dialettologia e di etnografia del Cantone Ticino a Bellinzona, costituito da una discoteca (8122 titoli), una biblioteca (circa 5500 volumi), un'emeroteca (408 titoli), una videoteca (55 titoli) e una collezione di strumenti musicali (652 pezzi): https://www4.ti.ch/decs/dcsu/cde/collezioni/fondo-roberto-leydi/

Pubblicazioni
E. Migliorini, Il Fondo Roberto Leydi a Bellinzona, "Antropologia Museale", a. 3, n. 6, inverno 2003-2004, pp. 59-60; A. a Marca, Il Fondo Roberto Leydi presso il Centro di dialettologia e di etnografia di Bellinzona, in "Roberto Leydi e la musica popolare. L'eredità scientifica e culturale in area lombarda", atti del convegno tenutosi a Galbiate il 1 giugno 2013.


Logo Schweizerische Eidgenossenschaft, 
Conféderation Suisse, Confederazione Svizzera, Confederaziun svizra


Dipartimento federale dell'interno DFI - Biblioteca nazionale svizzera BN


© Fonoteca nazionale svizzera.
Tutti i diritti d'autore di questa pubblicazione elettronica sono riservati alla Fonoteca nazionale svizzera, Lugano. È vietato l'uso commerciale.
I contenuti pubblicati su supporto elettronico sono soggetti alla stessa regolamentazione in vigore per i testi stampati (LDA).
Per informazioni sul copyright e le norme di citazione: www.fonoteca.ch/copyright_it.htm

URL: