Tel. +41 58 465 73 44 | fnoffice@nb.admin.ch

Logo FN

Fondi e collezioni

Dettaglio

ERANOS FOUNDATION

Cronologia
1968-1988

Quantità, volume o dimensione
216 BD + documentazione

Soggetto produttore
ERANOS FOUNDATION

Storia amministrativa
La parola eranos, in greco antico, significa "banchetto", un convivio che prende vita grazie ai contributi liberamente apportati dai commensali. Nel 1933 nacque un moderno "Eranos" ad Ascona, sulle rive del Lago Maggiore. E qui che prese vita il progetto di Olga-Fröbe Kapteyn (1881-1962): creare un "luogo di incontro e di esperienza", un "libero spazio per lo spirito", dove le filosofie orientali e occidentali avrebbero potuto incontrarsi e dialogare. Il modello, che richiamava alcuni circoli del Rinascimento italiano o i cenacoli del Romanticismo tedesco, era quello di un convegno annuale (Tagung), di carattere interdisciplinare e di respiro internazionale. Fu soprattutto grazie all'influenza dello psicologo svizzero Carl Gustav Jung (1875-1961) che gli incontri di Eranos si indirizzarono verso lo studio degli archetipi. Eranos, da allora, è rimasto sempre vicino all'idea dell'"archetipico" come aspetto centrale della vita, il cui lato arcaico e primitivo sembra mantenere le proprie caratteristiche nonostante i processi di civilizzazione. A Eranos si radunarono molti tra gli studiosi più influenti nella cultura del XX secolo. Unico centro congressuale internazionale attivo in Europa durante la guerra, ha anticipato di molti anni il tema odierno dell'interdisciplinarietà, offrendo un contributo straordinario alla storia intellettuale europea. Gli atti dei convegni sono raccolti negli Annali di Eranos (Eranos-Jahrbücher), arrivati oggi a comprendere oltre 70 volumi, una delle collane di studi comparati più antiche e longeve al mondo.

Storia archivistica
In data 13 ottobre 2009 la Eranos Foundation ha depositato per la salvaguardia in condizioni adeguate presso la Fonoteca nazionale svizzera 216 nastri magnetici, corrispondenti a circa 200 ore di registrazione audio effettuate nell'ambito dei Convegni (Tagungen) di Eranos, organizzati dalla Fondazione tra il 1968 e il 1988 nel centro congressuale di Eranos ad Ascona-Moscia. I testi di tali relazioni sono tutti pubblicati nei corrispondenti Annali (Jahrbücher) di Eranos. In quel periodo, i conferenzieri arrivavano alla Tagung con la relazione già scritta, a cui apportavano talora modifiche durante il Convegno stesso, spesso proprio grazie al dialogo e al confronto con gli altri studiosi lì convenuti. In alcuni casi, gli studiosi si riservavano di apportare al testo scritto ulteriori aggiustamenti di tipo formale nel periodo successivo al simposio, senza comunque alterarne il contenuto di base, in modo da consegnare alla Fondazione un testo che fosse il più possibile rappresentativo del loro intervento e, allo stesso tempo, idoneo per una pubblicazione degna di un contesto editoriale prestigioso come gli Annali di Eranos. Questa era, e rimane tuttora, una pratica comune a Eranos sia, in generale, nei convegni accademici nel settore delle scienze umanistiche, dove, contrariamente alle scienze esatte, i relatori seguono il principio della Vorlesung, piuttosto che della presentazione a braccio accompagnata da diapositive. In seguito a tale contingenza, non vi è uno scostamento sostanziale tra quanto veniva esposto verbalmente nell'ambito della Tagung e quanto risultava poi pubblicato nell'Annale. Di conseguenza, il contenuto dei nastri magnetici mantiene un valore squisitamente storico-documentale, per il fatto che presenta le vive voci dei relatori. Dal momento che alcuni di questi nastri presentavano segni di invecchiamento importante, come la "sticky-shed syndrome", e necessitavano di conseguenza essere trattati e copiati al più presto, nel 2009 la Eranos Foundation ha fatto donazione dei 216 nastri e dalla relativa documentazione alla Fonoteca Nazionale Svizzera per l'archiviazione e la salvaguardia di questi materiali nel lungo periodo.

Ambiti e contenuto
Registrazioni di conferenze presentate nell'ambito dei Convegni di Eranos, organizzati dalla Eranos Foundation tra il 1968 e il 1988, su argomenti relativi alle seguenti aree disciplinari: psicologia del profondo, storia delle religioni, filosofia, orientalistica, teologia, antropologia, etnologia, mitologia, biologia, fisica.

Lingua della registrazione
Tedesco; Inglese; Francese


Logo Schweizerische Eidgenossenschaft, 
Conféderation Suisse, Confederazione Svizzera, Confederaziun svizra


Dipartimento federale dell'interno DFI - Biblioteca nazionale svizzera BN


© Fonoteca nazionale svizzera.
Tutti i diritti d'autore di questa pubblicazione elettronica sono riservati alla Fonoteca nazionale svizzera, Lugano. È vietato l'uso commerciale.
I contenuti pubblicati su supporto elettronico sono soggetti alla stessa regolamentazione in vigore per i testi stampati (LDA).
Per informazioni sul copyright e le norme di citazione: www.fonoteca.ch/copyright_it.htm

URL: