Tel. +41 58 465 73 44 | fnoffice@nb.admin.ch

Logo FN

HearTomorrow

L'audiofilo

Che ne è stato dell'audiofilo?

Seduto comodamente in poltrona, gustandosi Rachmaninoff, Al Jarreau o i Queen, avvolto dalla miglior linea di apparecchi stereo che può permettersi, l'audiofilo è stato un simbolo dell'età dell'oro dell'audiofonia, un momento in cui certe persone si inchinavano all'altare di costosi apparecchi ad alta fedeltà, stereo a due canali. Erano cavalieri erranti all'eterna ricerca della perfezione sonora - la replica esatta di una performance originale.

Questo è il modo in cui un noto giornale descriveva un sistema da Sacro Graal nel 1980: "Vi è una maggiore trasparenza delle tessiture orchestrali, che da ad ogni strumento una presenza quasi tattile." Tanti sono stati i dibattiti "teologici" sviluppati dai sostenitori dell'amplificazione valvolare nei confronti di coloro che preferiscono l'amplificazione a transistor. I testi sacri erano riviste come Stereo Review e High Fidelity. I negozi di stereo erano i santuari.

Poi venne la rivoluzione barbarica. Il boom-box, il walkman e altri dispositivi miniaturizzati hanno reso la musica più portabile. Il suono digitale ha permesso agli ascoltatori di salvare quantità di file musicali compressi, facili da scaricare - in primo luogo su computer, quindi su dispositivi miniaturizzati e telefoni cellulari. La qualità delle registrazioni è stata sacrificata in cambio di velocità e convenienza. L'intensità sonora (il volume) è diventata più importante della purezza. La ricchezza e il calore di una registrazione sono stati sostituiti da cartonaggi ed esplosioni.

 

Il paesaggio sonoro è cambiato

La qualità sonora è citata raramente nelle conversazioni musicali di questi tempi, e per molti ascoltatori l'alta fedeltà è un non-problema, soprattutto considerando che spesso le persone ascoltano musica in ambienti rumorosi, mentre si fa qualcos'altro, come mangiare durante la guida o chattando su un telefono cellulare mentre si cammina. L'esperienza d'ascolto della musica al giorno d'oggi è molto simile al personal computer: un proposta 24/7 multi-ubicazione. Le persone stanno prendendo la loro musica con loro, e nell'insieme, il mondo è cambiato, nel senso che ci sono semplicemente sempre meno sostenitori della vecchia scuola del "sedersi e ascoltare la musica".

Mentre le vendite di apparecchi di fascia alta, che offrono un suono di qualità superiore è diminuito, le vendite di dispositivi di bassa-gamma, dalle qualità audio sempre migliori, è in crescita. Alcuni consumatori di media, che in passato sarebbero stati identificati come audiofili, hanno trasportato la loro passione ad altri sistemi di diffusione, tra cui enormi televisori a schermo piatto, home theater e aggeggi audiovisivi multi-locali.

 

Formato aperto

Il mercato di massa seleziona e l'audiofilo perfeziona. La riproduzione del vinile è stata dapprima un successo di mercato di massa, gli audiofili si sono impegnati a perfezionarla e lo fanno ancora. Il CD è stato il passo successivo, gli audiofili e le aziende produttrici di audio high-end hanno trascorso gli ultimi decenni a perfezionare la tecnologia basata su questo tipo di disco. È e sarà sempre così.

Il nostro modo di vivere la musica è esploso con la proliferazione in questo decennio del file MP3. Il risultato ottimistico è che il mondo digitale dell'online e del download sia di fatto, finora, la più grande opportunità per gli audiofili. Siccome gli audiofili spingono le aziende a perfezionare al meglio la qualità del suono tramite Internet, potrebbe essere l'alba della seconda età dell'oro dell'audiofonia.

Si è cominciato in un modo un po' grezzo, con file compressi MP3 a malapena ascoltabili. Ma il mercato di massa ha ormai chiaramente accettato la musica online. Vedremo questi formati spingere risoluzioni più alte, per quanto lo consenta la larghezza di banda. C'è anche una vasta comunità underground di commercianti di file ad alta risoluzione che richiede tecnologie di trasferimento sempre migliori per tutti i tipi di musica.

Dal momento che non siamo più intrappolati in un formato fisico come l'LP o il CD, in un mondo online c'è molta più flessibilità nell'introduzione di formati audio ad alta risoluzione. Ne consegue che il potenziale per gli audiofili di avere un formato rivolto a loro, che coincida con il mercato di massa, sia più grande che mai.

 

Circondati dal suono

Il successo degli home-theater è iniziato veramente ad esplodere oltre un decennio fa, e gli audiofili lo hanno adottato piuttosto volentieri, come noi apprezziamo i vantaggi di guardare una bella foto su un grande schermo o TV. Ma tutto è rivolto ad aumentare la nostra passione intrinseca per il suono di qualità.

Un suono di qualità oggigiorno può essere ottenuto collegando televisori ad alta definizione con sistemi surround-sound. Conosciuti anche come sistemi 5.1, la configurazione a sei altoparlanti è composta da diffusori frontali sinistro e destro, un canale centrale generalmente dedicato ai dialoghi; canali posteriori destro e sinistro e un subwoofer – che rappresenta l'1 nell'equazione - per la gamma bassa dello spettro sonoro.

Questi agglomerati rispecchiano i 360 gradi di suono con cui abbiamo a che fare nella vita quotidiana e servono a migliorare l'esperienza audio-visiva complessiva. Pensate l'emozione di sentirsi nel mezzo di una folla ruggente allo stadio mentre si guarda sul divano la partita in alta definizione. O sentire un'auto attraversare letteralmente il palcoscenico e allontanarsi dietro a voi in corrispondenza esattamente al percorso che l'automobile sta compiendo sullo schermo.

Il surround-sound ti fa sentire che sei lì, presente, e questo è un modo importante di intersecare il mondo dell'audiofilo con il video. Quando la A e la V (di AudioVisivo) lavorano in tandem, è un'esperienza interessante.

Logo Schweizerische Eidgenossenschaft, 
Conféderation Suisse, Confederazione Svizzera, Confederaziun svizra


La Fonoteca nazionale svizzera fa parte della Biblioteca nazionale svizzera


© Fonoteca nazionale svizzera.
Tutti i diritti d'autore di questa pubblicazione elettronica sono riservati alla Fonoteca nazionale svizzera, Lugano. È vietato l'uso commerciale.
I contenuti pubblicati su supporto elettronico sono soggetti alla stessa regolamentazione in vigore per i testi stampati (LDA).
Per informazioni sul copyright e le norme di citazione: www.fonoteca.ch/copyright_it.htm

URL: